RICCARDO CAMBONI

RICCARDO CAMBONI
  • Ita
  • Eng

La ricerca di Riccardo Camboni si fonda sulla coscienza della necessità di un’arte che si faccia strumento di analisi critica della contemporaneità. Osservando le dinamiche controverse dell’individuo e della realtà sociale, porta avanti una propria riflessione pittorica sulla decostruzione come processo indispensabile per una possibile ricostruzione e rivoluzione del tempo presente. Attraverso una ricomposizione mentale delle immagini - come in un puzzle - che in seguito rielabora sulla tela, realizza opere dense di riferimenti iconografici e simbolici che si muovono liberamente tra sacro e profano e i soggetti - così come i colori - intendono essere irriverenti e ironicamente dissacranti.


Riccardo Camboni (Ozieri, 1990) vive e lavora tra Ozieri e Sassari. Tra le mostre a cui ha partecipato: Fuori Tutto, Spazio Chora, Sassari, 2019; Aniconofobia, Galleria Bonaire Contemporanea, Alghero (Ss), 2019; Giovani tracce, Centro Ulisse, Sassari, 2019; Sfumature d’Amore, Pinacoteca Giovanni Altana, Ozieri, 2019; Nostos Numero Zero, collettivo Transhumanza, Siniscola (Nu), 2018; DISARMANTE, Spazio Filtro 44, Sassari 2016; Faber Faber. L’Accademia racconta Dè Andrè, MASEDU, Sassari, 2016.

Riccardo Camboni’s research is grounded on the awareness that art needs to become an instrument for critical thinking on modern reality. While observing controversial dynamics between individuals and society, he carries a ‘pictorial reflection’ on ‘deconstruction’ as the inevitable process of a possible reconstruction/revolution of our times. He mentally reconstructs images — like in a jigsaw — and reworks them on canvas, creating pieces filled with iconographic references and symbolisms, between sacred and profane. The choice of colours also comes across as irreverent, ironic, desecrating.


Riccardo Camboni (Ozieri 1990) lives and works between Ozieri and Sassari. He has taken part in the following exhibits: Fuori Tutto, Spazio Chora, Sassari, 2019; Aniconofobia, Galleria Bonaire Contemporanea, Alghero (Ss), 2019; Giovani tracce, Centro Ulisse, Sassari, 2019; Sfumature d’Amore, Pinacoteca Giovanni Altana, Ozieri, 2019; Nostos Numero Zero, collettivo Transhumanza, Siniscola (Nu), 2018; DISARMANTE, Spazio Filtro 44, Sassari 2016; Faber Faber. L’Accademia racconta Dè Andrè, MASEDU, Sassari, 2016.